Mission OPSAT​

Laboratorio OPSAT

È possibile scaricare la Mission dell’OPSAT a questo link

Lo sviluppo scientifico e tecnologico degli ultimi decenni ha ampliato e modificato, in modo notevole, il contesto socioeconomico, così da rendere urgente l’esigenza di riformulare le finalità formative e di ricerca scientifica applicata. Innumerevoli rivisitazioni teoriche prodotte da eventi sociali e da profonde trasformazioni culturali hanno provocato “disagi” concettuali e conseguenti bisogni di individuare nuove risposte. Alcune svolte strategiche hanno riguardato, in particolare, l’ambiente e il territorio verso i quali, negli ultimi anni, si è manifestato un crescente interesse da parte di diversi ambiti disciplinari e di qualificati Centri, Organizzazioni e Istituzioni.

Nel contempo l’Università si è impegnata nel riesame delle sue funzioni, delle sue finalità prioritarie e ha investito molte energie in uno sforzo propulsivo e di sviluppo sul piano curriculare, didattico e scientifico, in quanto gli aspetti formativi e di ricerca hanno assunto un’importanza peculiare. Da qui la necessità di implementare il processo da un sapere analitico e concentrato sulle cose a un sapere sistemico, orientato verso teorie e metodi capaci di governare la complessità.

Con i traguardi scientifico-didattici e le partnership professionali acquisite, a seguito di importanti attività istituzionali svolte dall’OPSAT, e con lo scioglimento del Dipartimento di Studi sull’Ambiente e sul Territorio (DiSAT) è stata avvertita l’esigenza di non disperdere le esperienze scientifico-didattiche e professionali maturate, così come i contatti e le collaborazioni con prestigiose Istituzioni, Enti e Società e, quindi, di proporre l’istituzione del Centro di Ateneo OPSAT, una struttura impegnata nella ricerca scientifica e nelle attività di alta formazione, in grado di contribuire allo sviluppo sostenibile e alla sicurezza di ambiti regionali altamente sensibili, nonché un qualificato punto di riferimento a livello nazionale e internazionale. 

In questo contesto, l’OPSAT dell’Università degli Studi di Salerno si è posta come scopo primario la promozione, l’organizzazione e la diffusione del know-how in settori omogenei per obiettivi e metodi, nonché il supporto allo svolgimento dell’attività didattica, assicurando l’integrazione sia tra settori scientifico-disciplinari, sia tra strumenti teorico- metodologici e abilità operative. L’OPSAT, infatti, ha coordinato e fornito servizi all’Ateneo nel settore della didattica e della ricerca, allo scopo di migliorare la conoscenza e qualificare gli studi sulla tutela dell’ambiente, sulla programmazione dello sviluppo sostenibile e sull’assetto del territorio.

Successivamente, l’OPSAT è divenuto una struttura scientifica del DISTRA (Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali), anche con il compito di offrire il proprio supporto qualificato in modo specifico nei PROGRAMMI DI SVILUPPO LOCALE E CAPACITY BUILDING (programmazione e concertazione, per la condivisione con gli attori economici e le parti sociali delle linee guida dell’intervento; Nelle azioni di sensibilizzazione del territorio con iniziative di informazione, comunicazione e creazione di consenso intorno alle iniziative programmate; Nella qualificazione e valorizzazione del capitale sociale).

In questo ambito è in grado di offrire servizi – a livello regionale, nazionale e internazionale – per la realizzazione di azioni integrate a supporto della Pubblica Amministrazione. Pertanto, quattro sono i principali assi di intervento nell’ambito dei programmi comunitari: Assistenza tecnica (assicurare servizi finalizzati al rafforzamento delle capacità istituzionali, amministrative, programmatorie e gestionali dei fondi comunitari da parte della Pubblica Amministrazione); Valutazione (fornire informazioni, raccomandazioni e suggerimenti che siano di supporto ai processi decisionali della Pubblica Amministrazione, utilizzando metodologie partecipative per il coinvolgimento attivo dei principali soggetti preposti all’attuazione di un programma); Monitoraggio (progettazione, realizzazione ed implementazione di sistemi informativi per la raccolta e analisi dei dati); Ricerche e Studi (come la realizzazione di indagini, analisi di fattibilità, analisi costi-benefici, stime e analisi di rischio, valutazione ambientale strategica).

Dal Gennaio 2016 l’OPSAT è divenuta struttura scientifica del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione ed Elettrica e Matematica Applicata (DIEM), Facoltà di Ingegneria, dell’Università degli Studi di Salerno, dove si attua ricerca di alto profilo e didattica di qualità e si rileva una innata vocazione al trasferimento tecnologico, con il supporto di un ampio ventaglio di discipline (da quelle di base a quelle che forniscono metodologie specialistiche per le tecnologie dell’informazione, che spaziano dalla robotica avanzata ai sistemi innovativi di telecomunicazione, alla gestione intelligente dell’energia, all’internet of things, ai sistemi embedded per l’automotive e la bioinformatica e alle numerose applicazioni dell’intelligenza e della visione artificiale). In particolare, per quanto attiene alla ingegneria informatica si rilevano notevoli competenze interdisciplinari, utili per le aree progettuali dell’informatica industriale, dell’informatica per le telecomunicazioni e l’automazione e dell’informatica per i servizi. In sintesi, l’OPSAT contribuirà ad accrescere la tendenza della struttura dipartimentale all’internazionalizzazione, che ha consentito di instaurare numerose collaborazioni scientifiche con le più prestigiose università europee e statunitensi.

Torna su