ESPERTO IN TURISMO ESPERIENZIALE 3.0 & DESTINATION MANAGEMENT

L’Università degli Studi di Salerno (DIEM), in partnership con l’Ordine degli Psicologi della Campania, è risultata vincitrice
del PROGETTO “Esperto in Turismo Esperienziale
3.0 & Destination Management” finanziato dalla Regione Campania.

Il progetto prevede tirocini curriculari retribuiti con n. 30
Borse di Studio di 3.000 Euro ciascuna.

Descrizione sintetica della proposta progettuale

La Fase n. 1 prevede:

  • La progettazione dei contenuti formativi e organizzativi del Progetto e degli strumenti volti al monitoraggio e alla valutazione dei risultati;
  • L’accertamento delle competenze in ingresso, necessarie alla progettazione dei Piani formativi e dei contenuti, con analisi e valutazioni dei curricula, esami e colloquio.

Il processo di valutazione dell’apprendimento è strutturato per Moduli, attraverso rilevazioni mirate e colloqui con il Tutor Universitario e il Tutor Aziendale, nell’intento di rilevare i livelli di acquisizione delle conoscenze e competenze del tirocinante, le competenze tecnico-professionali raggiunte e le abilità (soft-skill) indicate negli obiettivi formativi in fase di progettazione del percorso specialistico.

Inoltre, con la somministrazione periodica di mirati questionari anonimi ai tirocinanti sarà richiesta la valutazione del percorso formativo specialistico, nell’intento di acquisire il loro parere in merito alla valutazione complessiva dell’azione formativa; al grado di soddisfazione in relazione all’organizzazione del percorso formativo specialistico; alla adeguatezza delle strutture dei soggetti ospitanti; alla coerenza e impegno scientifico-professionale dei Tutor; alla efficacia dell’attività tutoriale; alla utilità del percorso formativo specialistico, rispetto agli obiettivi prefissati, sul piano tecnico-professionale. In tale Fase saranno individuate le figure strategiche del Progetto.

Tale Fase include anche le attività di monitoraggio e avrà una durata di 12 mesi.

La Fase di Orientamento è strutturata nell’utilizzo di questionari e Focus Group per rendere consapevoli i tirocinanti degli obiettivi professionali e prevede:

  • La somministrazione di questionari esplorativi sugli interessi, sulle aspettative e le attitudini dei tirocinanti;
  • La compilazione di questionari di percezione delle competenze strategiche dei tirocinanti;
  • L’istituzione di Gruppi di discussione a Classi aperte, in cui i tirocinanti hanno la possibilità di confrontarsi circa i risultati dei questionari;
  • Colloqui di orientamento personalizzati (tempo medio di circa 4 ore).

In tale fase è centrale la figura professionale dell’orientatore, da selezionare tra i Docenti dell’Università degli Studi di Salerno o professionisti dell’Ordine degli Psicologi della Campania, purché in possesso di adeguate competenze ed esperienze pregresse in attività di orientamento professionale.

A valle di tale Fase saranno redatti i programmi formativi personalizzati per i tirocinanti.

La Fase di orientamento avrà la durata di 7 mesi, suddivisi in 2 mesi di orientamento, preliminari allo svolgimento del tirocinio curriculare, 4 durante lo svolgimento del tirocinio, e 1 mese prima delle attività di Project work.

La Fase di Orientamento è strutturata nell’utilizzo di questionari e Focus Group per rendere consapevoli i tirocinanti degli obiettivi professionali e prevede:

  • La somministrazione di questionari esplorativi sugli interessi, sulle aspettative e le attitudini dei tirocinanti;
  • La compilazione di questionari di percezione delle competenze strategiche dei tirocinanti;
  • L’istituzione di Gruppi di discussione a Classi aperte, in cui i tirocinanti hanno la possibilità di confrontarsi circa i risultati dei questionari;
  • Colloqui di orientamento personalizzati (tempo medio di circa 4 ore).

In tale fase è centrale la figura professionale dell’orientatore, da selezionare tra i Docenti dell’Università degli Studi di Salerno o professionisti dell’Ordine degli Psicologi della Campania, purché in possesso di adeguate competenze ed esperienze pregresse in attività di orientamento professionale.

A valle di tale Fase saranno redatti i programmi formativi personalizzati per i tirocinanti.

La Fase di orientamento avrà la durata di 7 mesi, suddivisi in 2 mesi di orientamento, preliminari allo svolgimento del tirocinio curriculare, 4 durante lo svolgimento del tirocinio, e 1 mese prima delle attività di Project work.

Sulla base dei risultati delle attività di tirocinio della Fase 3 si procederà alla definizione e alla esecuzione del Project work per ciascun tirocinante – definito e condiviso con il Tutor Universitario, il Tutor Aziendale e l’Orientatore – che consisterà in una sperimentazione attiva dei contenuti appresi durante il tirocinio curriculare. Per ogni tirocinante, il Project work seguirà quattro fasi comuni:

  1. Ideazione
  2. Pianificazione
  3. Realizzazione
  4. Chiusura (intesa come valutazione ex-post delle scelte e della realizzazione ottenuta).

Gli output di tale Fase consistono nei Project work realizzati dai tirocinanti.

Il Project work avrà la durata di 2 mesi.

La fase è finalizzata alla verifica del raggiungimento degli obiettivi del percorso formativo.

Saranno coinvolti i Tutor e il CTS. Saranno utilizzati differenti strumenti, quali test, questionari, Focus Group, in aggiunta ad osservazione diretta del comportamento dei tirocinanti. La valutazione ex-postsarà focalizzata su quattro livelli:

  • Customer satisfaction, ossia misurare il livello di gradimento del percorso formativo.
  • Grado di apprendimento dei tirocinanti, in termini di competenze acquisite.
  • Organizational behaviour, finalizzato a valutare i cambiamenti nel comportamento organizzativo dei tirocinanti.
  • Professional development, ossia lo sviluppo professionale del tirocinante in termini di livello di miglioramenti nelle prestazioni lavorative.

La fase di valutazione ex post avrà la durata di 2 mesi.

Torna su